Translate my blog. ღ

sabato 12 aprile 2014

Recensione : Il conte di Monte Cristo di Alexandre Dumas

Buongiorno e buon sabato a tutti cari amici lettori ! ;)
Ecco in arrivo una nuova recensione riguardante questo classico della letteratura francese ! ;) E' un bel mattoncino, ma la storia mi ha preso molto devo dire ! 
Iniziamo la scheda libro ! ;) 


L'ho acquistato in un mercatino dell'usato, mi piaceva questa edizione e la casa editrice è Fabbri Editori, ho comprato anche i tre moschettieri nella stessa edizione !

Trama :

Edmondo Dantès, marinaio, prigioniero, misteriosamente ricco, mette a soqquadro l'alta società parigina. Imprigionato a Marsiglia nel 1815, il giorno delle nozze, con la falsa accusa di bonapartismo, rimane rinchiuso per 14 anni nel castello di If, vittima della rivalità in amore di Fernando e in affari di Danglars, odiato anche dal magistrato Villefort. Questi i tre nemici su cui, dopo l'evasione, cadrà la terribile vendetta di Dantès. Il romanzo associa, senza la preoccupazione di una trama logica e ragionata, le più incredibili avventure con l'aiuto anche di uno stile agile e incalzante. 

La mia recensione : 

Questo romanzo mi ha incuriosito dalla trama anche perchè ne ho sentito parlare molto bene ! Mi piace come Alexandre Dumas descrive i personaggi e luoghi e le vicende, sicuramente leggerò altri suoi romanzi. Il romanzo inizia nel 1815 quando Edmond Dantes sbarca a Marsiglia con la sua nave mercantile "Pharaon" dopo averne preso il comando per la morte, del vecchio capitano Leclerc. Quest'ultimo gli aveva consegnato una lettera di contenuto bonapartista ed Edmond avrebbe dovuto consegnarla a Parigi. il povero Edmond Dantès proprio alla festa del suo fidanzamento con la bella Mercedes viene arrestato di bonapartismo, perchè viene  incastrato da una lettera anonima recapitata alla gendarmeria, scritta dal suo contabile di bordo Danglars, invidioso della sua nomina di capitano di vascello, con l'aiuto di uno spasimante di Mercedes, Fernand, e del vicino di casa di Dantes, Calderousse.   Insomma dietro c'è un bel tradimento.  Tutto per invidia e per avidità compreso il procuratore del re  al quale consegna la lettera ricevuta in cui si comprometteva il padre del procuratore stesso. Quest'ultimo allora distrugge la lettera e lo fa imprigionare. Rimane rinchiuso per 14 anni nel terribile castello di IF, e li un giorno incontra un abate italiano di nome Faria, rinchiuso perchè creduto pazzo, lui si ritrova nella cella di Dantès per sbaglio, stava provando ad evadere dal castello e invece incontrò Dantès ! Tra i due nasce una bella amicizia e d'altronde l'abate Faria è un uomo in gamba e gli parla di un certo   tesoro favoloso sepolto sull'isola di Montecristo.
Faria è anche un grande letterato e, grazie al suo aiuto, Edmond riceve un'istruzione e impara diverse lingue. Passano così molti anni e Faria, malato di epilessia, muore dopo tre violenti attacchi, lasciando in eredità a Edmond la mappa del tesoro di Montecristo. Dantes, allora, si sostituisce al cadavere dell'amico e riesce ad evadere dal Château d'If dopo 14 anni di prigionia.
Ecco se fossi stato in Edmond, io avrei mai avuto il coraggio di prendere il posto del defunto, perchè nel castello di IF non seppellivano i cadaveri ma li lanciavano nel fiume, compresa una palla pesante legata al piede, e solo cosi è riuscito ad evadere da questo castello (grazie anche al suo coltello ) . 
Si ritrova quindi in fuga, senza un'imbarcazione, in mare aperto, durante una tempesta; viene salvato da dei contrabbandieri italiani che, dopo tre mesi di collaborazione, lo condurranno proprio sull'isola di Montecristo. Con un espediente Dantès riesce a rimanere solo sull'isolotto; qui, seguendo la mappa di Faria, rinviene l'antico ed enorme tesoro.
Edmond ritorna in Italia e si fa nominare Conte di Montecristo dalle Autorità. Torna poi anche a Marsiglia, dove nessuno lo riconosce, e, sotto mentite spoglie, rintraccia Calderousse, divenuto proprietario di un osteria , che gli racconta che suo padre era morto di stenti mentre lo aspettava; Morrel aveva tentato più volte di farlo scagionare, invano, e ora si trovava in una situazione di difficoltà economica; Mercedes si era sposata con Fernand, nominato Conte di Moncerf per i meriti militari ottenuti in Grecia (avendo tradito però il suo sultano) e Danglars era diventato banchiere grazie alle speculazioni spagnole, ottenendo anche la nomina di Barone. 
Ora arriva il più bello dalla storia perchè lui si vendica alla grande di questi furfanti, li ho odiati durante la lettura, e meno male che erano i suoi amici ! Si vendica da signore devo dire ! Forse avrei preferito un finale diverso, perchè mi piaceva la storia tra Mercedes ed Edmond, purtroppo ostacolata da suo cugino Fernando, però non voglio dirvi come andrà a finire. Posso solo dirvi che a me è piaciuto molto, come storia, come tutto, colpi di scena assicurati ! 
Lettura molto scorrevole ! ;) Hanno fatto vari film e serie tv su questo romanzo e io ho visto solo quello con Gerard Depardieu e Ornella Muti, si è abbastanza fedele al romanzo, ma ha un finale diverso, forse  è quello che avrei preferito anch'io ! ;)

Dal Libro al film : 

Il mio voto finale è :

4 Stelline su 5 = Bello !

Spero che la mia recensione vi sia stata d'aiuto !
Alla prossima recensione ! :)
Buone letture a tutti !

She's a bulimic girl of books.

Noemaccia Amèlie _ 




Nessun commento:

Posta un commento